Ultima modifica: 24 Marzo 2020

CIRC. N.110 progettazione didattica a distanza – indicazioni operative

– SCUOLA dell’ INFANZIA: è opportuno sviluppare attività, per quanto possibile e in raccordo con le famiglie, costruite sul contatto “diretto” (se pure a distanza), tra docenti e bambini, anche solo mediante semplici messaggi vocali o video veicolati attraverso i docenti o i genitori rappresentanti di sezione. L’obiettivo, in particolare per i più piccoli, è quello di privilegiare la dimensione ludica e l’attenzione per la cura educativa precedentemente stabilite nelle sezioni. Strumenti: chat di whatsApp, messenger, email … del gruppo genitori con la mediazione dei rappresentanti di sezione; pagina facebook dell’Istituto con il progetto “leggere è …. una favola al giorno”.
– SCUOLA PRIMARIA: a seconda dell‘età, occorre ricercare un giusto equilibrio tra attività didattiche a distanza e momenti di pausa, in modo da evitare i rischi derivanti da un’eccessiva permanenza davanti agli schermi. A tal fine è necessario il raccordo tra le proposte didattiche dei diversi docenti della Classe per evitare un peso eccessivo dell’impegno on line, magari alternando la partecipazione in tempo reale in aule virtuali con la fruizione autonoma in differita di contenuti per l’approfondimento e lo svolgimento di attività di studio.
Strumenti: – classi I-II whatsApp, messenger, email …. Chat del gruppo genitori con la mediazione dei rappresentanti di classe; – classi III-IV-V we-school , classe virtuale che consente un riscontro e una condivisione delle attività tra docenti e alunni. A tal fine bisogna privilegiare la wall per gli avvisi, la board per l’attività e la chat per interagire a livello di classe ma anche singolarmente. Per comunicazioni sia con le famiglie che con gli alunni whatsApp, messenger, email …. e le relative chat del gruppo genitori con la mediazione dei rappresentanti di classe.
Tempi: l’utilizzo della piattaforma we-school per video lezioni live deve essere limitato a non più di n. 2 incontri settimanali per Italiano e matematica e n. 1 settimanale per le altre discipline. Per le discipline con consistenza oraria minima, assegnate ad un solo docente (es. tecnologia e arte; storia e geografia, ecc) n. 1 collegamento settimanale. Le live non dovranno superare la durata di 40 minuti e potranno essere effettuate da lunedì a venerdì in una fascia oraria ragionevole, sia antimeridiana che pomeridiana. Per ogni classe il coordinatore predisporrà un orario di massima in modo da non esserci più di 3 live al giorno.
Annotazione presenze/assenze/valutazione/argomenti
Al fine di monitorare la partecipazione degli alunni alle attività di didattica a distanza, i docenti annoteranno in una proprio agenda quanti sono presenti o assenti. In questa fase le assenze non hanno lo stesso valore giuridico della didattica in presenza e in aula, per cui non vanno assolutamente registrate sul registro elettronico. Lo stesso dicasi per la valutazione che va annotata nella propria agenda e non nel registro elettronico. Invece le attività svolte devono essere trascritte sul registro elettronico nella sezione “attività del professore”.
– SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO: occorre ricercare un giusto equilibrio tra attività didattiche a distanza e momenti di pausa, in modo da evitare i rischi derivanti da un’eccessiva permanenza davanti agli schermi. A tal fine è necessario il raccordo tra le proposte didattiche dei diversi docenti del consiglio di Classe per evitare un peso eccessivo dell’impegno on line, magari alternando la partecipazione in tempo reale in aule virtuali con la fruizione autonoma in differita di contenuti per l’approfondimento e lo svolgimento di attività di studio.
Strumenti: we-school; registro elettronico. Per comunicazioni sia con le famiglie che con gli alunni whatsApp, messenger, email …. E le relative chat del gruppo genitori con la mediazione dei rappresentanti di classe.
Tempi: l’utilizzo della piattaforma we-school per video lezioni live deve essere limitato a non più di n. 2 incontri settimanali per Italiano e matematica e n. 1 settimanale per le altre discipline. Per le discipline con consistenza oraria minima, assegnate ad un solo docente (es. tecnologia e arte; storia e geografia, ecc) n. 1 collegamento settimanale. Le live non dovranno superare la durata di 40 minuti e potranno essere effettuate da lunedì a venerdì in una fascia oraria ragionevole, sia antimeridiana che pomeridiana. Per ogni classe il coordinatore predisporrà un orario di massima in modo da non esserci più di 3 live al giorno.
Annotazione presenze/assenze/valutazione/argomenti Al fine di monitorare la partecipazione degli alunni alle attività di didattica a distanza, i docenti annoteranno in una proprio agenda quanti sono presenti o assenti. In questa fase le assenze non hanno lo stesso valore giuridico della didattica in presenza e in aula, per cui non vanno assolutamente registrate sul registro elettronico. Lo stesso dicasi per la valutazione che va annotata nella propria agenda e non nel registro elettronico. Invece le attività svolte devono essere trascritte sul registro elettronico nella sezione “attività del professore”.

n.b. a breve sarà disponibile un nuovo modello di programmazione specifico per la DaD con obiettivi minimi per ogni disciplina.

Il Dirigente scolastico Prof. Carmelo Belfiore firma autografa sostituita a mezzo stampa ex art. 3 c. 2 D.Lgs. 39/93

circ_110_progettazione_DAD-indicazioni_operative